La pista più difficile e ambita dell'Alpe Lusia

  • pista
  • /
  • 26/12/2021
  • Views 5904

La pista Piavac è conosciuta da tutti gli sciatori italiani e non. A ragione è considerata una delle piste più difficili e impegnative della skiarea Alpe Lusia e dell'intera Val di Fassa.

Ma a differenza di altre piste nere quali ad esempio la Trametsch di Plose, la vicina Direttissima, la pista Cir in Val Gardena che sono mediamente impegnative da cima a fondo, la Piavac presenta fin da subito un primo muro "stra-ripido" e "stra-difficile" spesso con neve durissima e poi, superata la prima parte si scia su una veloce e divertente pista rossa.

Veduta sulla pista Piavac
Vista sulla pista nera Piavac dalla partenza: si vede la zona dopo i primi pendenti muri.

La pista Piavac presente una esposizione perfetta per il buon mantenimento della neve. Da dicembre ad aprile il suo temibile muro che si trova attorno ai 2100 m di quota ha sempre neve dura e molto compatta.

Questo ha un duplice effetto: da una parte rende la pista molto sfidante e piacevole per chi ha un'ottima tecnica, dall'altra contribuisce ad aumentare il suo grado di difficoltà per chi ha una tecnica non del tutto buona o si presenza alla partenza del muro con le lamine non perfette.

Piavac parte centrale
Parte centrale della bellissima pista Piavac di Moena.

La pista Piavac di Moena

La pista inizia in località "Le Cune" a una quota di circa 2200 m slm. Per arrivare alla partenza della pista Piavac si può prendere l'impianto Campo - Le Cune (per chi proviene da Bellamonte) oppure la cabinovia Ronchi - Valbona - Le Cune che sale dai parcheggi del Lato Moena.

Chi ha già fatto la pista torna in quota con la seggiovia Piavac, un impianto che essenzialmente costeggia tutta la pista e che avendo una linea piuttosto diretta riporta alla partenza della pista in pochi minuti.

Da Le Cune si scende verso Moena e al primo bivio si prende la pista di destra. Ci sono dei chiari e grandi cartelli indicanti che la pista è molto difficile, questa è la strada giusta per la Piavac non potete sbagliare.

Accesso Piavac
Pista di "accesso" alla famigerata Piavac, una delle piste più difficili del Dolomiti Superski.

Dopo una prima breve stradina a media pendenza si entra nella zona in ombra dalla quale, con un curvone verso destra ci si affaccia sul famigerato "muro della Piavac".

La prima volta fa impressione, la seconda volta anche... è talmente ripido soprattutto se si prende sul lato destro che, soprattutto quando la neve è molto dura, farà sempre "impressione".

Parte alta Piavac
Panoramica sulla parte alta della pista nera Piavac di Moena.

Il primo muro è leggermente più facile sulla sinistra però spesso ha una neve migliore sulla destra. A voi la scelta. Attenzione che una caduta a inizio del ripido muro, soprattutto se sciato sulla destra potrebbe significare farsi tutta la discesa "a pelle d'orso".

Superato questa prima difficoltà che è la maggiore di tutta la pista, dopo un breve cambio di pendenza ci si affaccia sul secondo muro che però è più breve del primo e pertanto dà meno problemi anche gli sciatori meno esperti.

Secondo muro
Foto del secondo ripido muro della pista Piavac, foto ripresa dalla seggiovia Piavac.

A questo punto i punti impegnativi sono terminati. Dal secondo muro in poi la pista Piavac diventa una divertente e veloce pista rossa ricca di cambi di pendenza su un terreno particolarmente mosso e modellato.

Cambi di pendenza
I divertenti cambi di pendenza della pista Piavac dopo i primi pendenti muri.

Facendo la pista più volte si scoprono le zone con le ondulazioni più belle e la sciata, che in questa seconda parte può essere libera e veloce visto lo scarso affollamento della pista, diventa ad ogni giro più divertente.

Scendendo, nel tratto secondo me più divertente si incrocia la seggiovia Piavac e poi, prima dell'ultimo ripido muro, la cabinovia Ronchi - Valbona - Le Cune.

L'ultimo muro va affrontato con cautela, consiglio di fermarsi o di rallentare molto prima di iniziare a sciarlo: la pendenza è elevata e la stanchezza sulle gambe si fa sentire. Meglio evitare di fare figuracce proprio davanti la stazione di partenza della seggiovia Piavac.

Ultimo muro
Ultimo muro della pista nera Piavac. Nella foto si vede la stazione di partenza della seggiovia Piavac.

Galleria 9 foto


Trova un alloggio qui vicino

Posizione geografica

Guarda sulla cartina dove si trova l'attività outdoor Pista Piavac (pista).

5904+1179+1