Trametsch: il "pistone" di Plose con vista Bressanone

  • pista
  • /
  • 25/02/2022
  • Views 1682

La pista da sci nera Trametsch non ha probabilmente bisogno di presentazioni: è oggettivamente e lo dico senza timore di smentita una delle più belle discese del Dolomiti Superski (e senza esagerare probabilmente anche di tutte le Alpi).

Sono ben 9 i km che si percorrono concatenando la pista rossa CAI con il tratto nero propriamente chiamato Trametsch e non c'è un solo metro in cui la pista non sia spettacolare.

Partenza alta
Variante alta per prendere la pista nera Trametsch.

La pista Trametsch è una discesa classificata come nera quindi difficile che si sviluppa sul versante ovest di La Plose il comprensorio sciistico di Bressanone in Alto Adige. Pur essendo una delle piste nere del Dolomiti Superski complessivamente non è una delle più difficili, anzi, molti tratti sono di media pendenza.

La pista Trametsch si può sciare iniziando  la lunga discesa da due "livelli" differenti: partendo dai 2000 m slm della stazione di monte della cabinovia Plose in località Valcroce oppure partendo dal Rifugio Cai a oltre 2446 m slm concatenando altre piste.

La sua "versione lunga" è quella più conosciuta e frequentata poiché in una sola discesa si riescono a fare circa 9 km di sciata per un dislivello che si avvicina ai 1400 m.

Traccia pista Trametsch
Traccia su mappa 3D della fantastica pista Trametsch di Plose - Bressanone, Dolomiti Superski.

Per la variante più lunga della Trametsch si raggiunge il punto di partenza con la seggiovia Rifugio Cai (ex Plose). Si inizia a scendere sfilando davanti alla grande terrazza panoramica del Rifugio Cai che regala una impareggiabile vista sulle Odle.

Rifugio Plose
La variante alta parte dal Rifugio Plose a 2446 m slm.

La discesa inizia in campo aperto con un primo veloce cambio dipendenza seguito poi da alcune varianti che sono separate con le tradizionali staccionate in legno. La larghezza della pista nella parte alta è esagerata e tutti trovano spazio per lasciare sulla neve ottimi binari.

Si continua a scendere sciando una neve sempre molto bella (la quota è di tutto rispetto) fino ad arrivare sopra alla stazione di monte della seggiovia Schönboden (Kreuztal). Si lascia sulla sinistra la stazione di arrivo della seggiovia e si prosegue sciando ancora in campo aperto lungo una bella serie di cambi dipendenza.

Millerighe Trametsch
Parte alta in campo aperto della discesa Trametsch "lunga" di Plose - Bressanone.

Si arriva ad un bivio e sulla destra vi sarebbero le indicazioni per la pista nera Trametsch. Dico sarebbero perché il primo ripido muro è spesso chiuso ed è sciabile senza battitura solo quando c'è molta neve. 

Variante pista Erler
La stradina che porta alla partenza della "vera" Trametsch si chiama pista Erler.

Al bivio si prende la destra e dopo una prima veloce stradina si incontrano alcuni divertenti e facili muretti ancora in campo aperto ideali per lasciare delle bellissime curve condotte. Questo tratto è chiamato pista Erler ed è il collegamento che porta alla partenza "ufficiale" della pista nera Trametsch.

Si prosegue sciando con soddisfazione fino ad una zona in cui si nota che il terreno è "modellato": qui fino al 2015 era presente la stazione di arrivo della seggiovia quadriposto Trametsch ora smantellata e riposizionata in una differente skiarea (ottimo esempio di economia circolare).

Secondo mappe e cartine la vera Trametsch partirebbe da questo punto ma per gli sciatori questo non importa granché mentre importano, eccome, i chilometri che hanno già sulle gambe... e la parte difficile non è ancora iniziata!

Arrivo seggiovia smantellata
Fino al 2015 era possibile fare e rifare il muro della parte alta grazie a una seggiovia.

In corrispondenza della zona in cui vi era la stazione di monte della seggiovia si fa un deciso curvone verso destra e ci si immette in una stradina che con un ulteriore largo curvone verso sinistra si ricongiunge alla variante che proviene dalla stazione di monte della cabinovia Plose ovvero dalla località Valcroce.

Partenza alta
Partenza del tratto nero della Trametsch. Nella foto si vede anche il muro ripido che veniva aperto fino a pochi anni fa.

Da questo punto in poi la pista Trametsch è immersa nel bosco ma la sua larghezza è ancora sempre esagerata.

Dopo l'incrocio vi è un primo tratto a bassa pendenza che porta al piatto forte della pista: il primo lunghissimo e impegnativo muro.In questo tratto la pista è molto larga e la pendenza quasi non si nota ma c’è tutta

La neve in questo tratto è spesso dura ma mai ghiacciata: attenzione a chi desidera osare a fare delle curve in conduzione che si prende una velocità davvero elevata.

Muro alto visto da sotto
Foto ripresa dalla fine del primo lunghissimo muro della parte alta nel bosco della pista Trametsch, Dolomiti Supperski.

Dopo aver sciato il lunghissimo muro della parte alta la pista Trametsch riduce leggermente la propria larghezza e presenta una curva verso sinistra. Attenzione in questo tratto che ci possono essere dei mucchi di neve  particolarmente insidiosi.

Dopo la decisa curva verso sinistra vi è una breve stradina seguita da una "S" assolutamente molto divertente! La pista prosegue con una bella successione di curve fino ad incrociare la cabinovia che sale da Sant'Andrea.

Uno dei tanti curvoni
Uno dei tanti bellissimi curvoni della pista nera Trametsch.

Superato l’incrocio con la linea della cabinovia, la Trametsch presenta con una curva verso destra e torna ad essere molto ampia.

Da questo punto parte una lunga serie di cambi dipendenza sciabili solitamente ad alte velocità in quanto l’affollamento non è mai eccessivo. Se si "mollano i freni" fare attenzione alla qualità della neve e alla presenza di neve mossa, riportata o "scalini"!

Con una curva verso destra e poi una curva verso sinistra si torna a sciare al sole con un ultimo facile pendio che porta, dopo aver attraversato un ponte su un torrente, alla partenza della cabinovia Plose in località Sant’Andrea a 1067 m slm.

Attraversamento ponte
Fine della pista e attraversamento su ponte fino ad arrivare alla partenza della cabinovia.

Lo sciatore che arriva alla fine di questa maratona bianca sicuramente non avrà freddo anzi i meno allenati oppure chi avrà "osato" fare tutta la pista tirando le curve da cima a fondo sarà accaldato se non sudato.

in località Sant'Andrea è presente oltre al noleggio e scuola sci anche un comodo bar con una terrazza all'aperto ideale per riprendere fiato sorseggiando qualcosa al sole. I più allenati invece in meno di un minuto sono nuovamente in cabinovia pronti per la prossima discesa.

Per rifare la pista Trametsch completa è necessario prendere 3 impianti di risalita in serie: la cabinovia Plose, la seggiovia Schönboden e la seggiovia Rifugio Cai.  Il solo tratto nero si può rifare semplicemente prendendo la cabinovia Plose e sciando la variante che parte dalla località Valcroce (2050 m slm).

Plose
Valcroce (Kreuztal): zona di arrivo della cabinovia di Plose.

La pista Trametsch è una pista leggendaria che con il passare del tempo continua a confermare la sua fama. Già dall’autostrada del Brennero o da Bressanone si intuisce quanto bella sia, ma solamente percorrendola se ne riesce a scoprire il carattere: difficile ma piacevole, lunga ma velocissima.

Parte finale
Parte finale della pista Trametsch di Plose.

Galleria 21 foto


Trova un alloggio qui vicino

Posizione geografica

Guarda sulla cartina dove si trova l'attività outdoor Pista Trametsch (pista).

1682+112+1