Pista molto ripida con dei muri che fan paura

  • pista
  • /
  • 09/10/2020
  • Views 46

Cortina d'Ampezzo ha un concentrato inarrivabile di piste impegnative, ripide, sfidanti e al contempo immerse in uno degli scenari dolomitici più belli. La pista Labirinti è uno dei tracciati più ripidi del Dolomiti Superski.

Panorama su Cortina
Panorama su Cortina d'Ampezzo dalla pista nera Labirinti.

Il suo lunghissimi muro, oltre ad avere una alta pendenza è anche "rettilineo" e quindi, soprattutto nei primi metri sembra di affacciarsi su un baratro. La pista va affrontata solo se si hanno le dovute e necessarie abilità sciistiche e atletiche: una caduta o un errore a inizio pista rischia di trasformarsi in una lunga scivolata a "pelle d'orso" fino in fondo al muro.

Pista nera Labirinti
La pendente e difficile pista Labirinti di Cortina d'Ampezzo.

L'impianto da prendere per sciare sulla pista nera Labirinti è la veloce seggiovia quadriposto Piè Tofana - Duca d'Aosta. Sbarcati dall'impianto si seguono le indicazioni per la pista; poco prima dell'inizio si incontrano diversi cartelli che avvisano chiaramente lo sciatore che si sta per affrontare una pista per esperti.

Labirinti: cartello inizio pista
Cartello che avvisa chiaramente che la pista Labirinti è adatta solo a sciatori esperti.

Poco prima di incontrare la linea dell'impianto di risalita, sulla destra, si vede l'inizio della pista e sullo sfondo la bellissima conca di Cortina d'Ampezzo. Il primo pendio è invitante e non è affatto difficile. Fino alla costruzione in cemento che si trova sulla destra la Labirinti sembra una docile pista rossa.

Qualche metro dopo aver superato la costruzione di cemento la musica cambia radicalmente. Sotto gli sci si apre un lungo e ripido muro del quale non si vede la fine. 

Si prosegue, consiglio con molta cautela, fino a cambio di pendenza da cui la pendenza aumenta ancora di più ma si inizia a vedere la fine della pista. Proseguendo sempre con molta attenzione soprattutto in caso di neve molto dura si scia fino a incrociare la pista rossa Stratofana Olimpica e Caprioli.

Labirinti secondo muro
Foto della seconda parte del muro della pista nera Labirinti di Cortina d'Ampezzo.

A questo punto le difficoltà diminuiscono e scegliendo uno dei tanti tracciati a disposizione con una veloce e rilassante sciata si può tornare a Piè Tofana oppure scendere fino a Socrepes.

Portare a casa una Labirinti sciata bene con pieno controllo è una grande soddisfazione. La pista dà il meglio di se al mattino presto quando la neve è compatta ma non ancora troppo dura. Altre condizioni che personalmente apprezzo molto è in primavera quando i caldi raggi del sole trasformano in firn la neve della pista. 

Muro da sotto
Il ripidissimo muro della pista Labirinti ripreso dal basso.

Dopo aver fatto la Labirinti, un altro pezzo da novanta della zona è il tracciato "cugino" ovvero la pista Vertigine Bianca che si sviluppa sullo stesso versante.

Caratteristiche tecniche pista nera Labirinti

Dati tecnici della pista nera Labirinti.
dato descrizione
Tofane - Duca d'Aosta località
683 m lunghezza (fonte: sito ISTA impianti)
248 m dislivello (fonte: sito ISTA impianti)
nera classificazione difficoltà

Galleria 7 foto


Trova un alloggio qui vicino

Posizione geografica

Guarda sulla cartina dove si trova l'attività outdoor Pista Labirinti (pista).

46+146+1