La pista globalmente più difficile di Plan de Corones

  • pista
  • /
  • 06/08/2021
  • Views 7405

La pista Herrnegg è una delle piste complessivamente e globalmente più difficili di tutto il Dolomiti Superski.

Cosa intendo con globalmente e complessivamente? È presto detto: lunghissima (oltre 5 km), un dislivello mostruoso (circa 1300 m), pendenze sostenute che si mantengono lungo dei muri infiniti, esposizione a nord, affollamento (non sempre fortunatamente).

Traccia 3D pista Herrnegg
Traccia su mappa 3D della pista Herrnegg di Plan de Corones - Kronplatz.

Si parte dalla vetta del Plan de Corones a 2275 m slm (punto di riferimento è l'arrivo della cabinovia Ried - Gipfel a pochi metri dalla Campana della Concordia).

La prima parte della pista Herrnegg è comune con molte altre piste del versante di Riscone di Brunico tra cui la Pramstall, la Sylvester e la Seewiese e la sua variante difficile.

Parte alta pista nera Herrnegg
Parte alta della pista nera Herrnegg di Plan de Corones - Kronplatz.

Dalla campana del panettone sciistico dell’Alto Adige, si prosegue in direzione nord. La prima parte è una bellissima pista di media pendenza, ricca di piacevoli cambi di pendenza, con sbalorditivo panorama sulle Alpi Aurine e sulla cittadina di Brunico.

Parte alta pista Herrnegg
Parte alta della pista nera Herrnegg di Plan de Corones.

Scendendo si tiene la variante di destra la quale dopo un breve tratto in contropendenza ti porta a sciare su un successivo tratto a bassa pendenza che sbuca su un bel cambio. 

A questo punto la Herrnegg si fonde con la pista Pramstall e prosegue con il lungo e piacevole muro che finisce in prossimità della stazione intermedia della cabinovia Ried.

Questo tratto ha la pendenza giusta per allenare la serpentina. Al termine di questo muro si trova il bellissimo Rifugio Herzlalm ideale per una sosta breve e anche per un tranquillo pranzo.

Muro centrale pista Herrnegg
Muro centrale della pista Herrnegg prima del Rifugio Herzlalm.

La "vera" Herrnegg inizia dall'intermedia in poi

Il vero carattere della pista Herrnegg inizia dalla stazione intermedia della cabinovia Ried in poi.

Superato il rifugio Herzlalm si percorrono altre poche decine di metri con una pendenza contenuta e dopo un paio di divertenti cambi di pendenza si sbuca quasi improvvisamente sul primo dei lunghi, pendenti, esigenti e difficili muri che caratterizzano questa pista nera di Plan de Corones - Kronplatz.

Muro della pista Herrnegg
I muri dopo l'intermedia della cabinovia Ried - Gipfel della pista Herrnegg.

Già il primo muro fa ben capire la che cosa ci aspetta. Se fatto al mattino con la neve perfettamente preparata la pista è fattibile anche con soddisfazione anche da chi è sì un bravo sciatore ma non un ottimo sciatore.

Il pomeriggio invece quando si forma qualche mucchio di neve riportata e magari escono alcune lastre di ghiaccio riuscire a scendere con delle curve perfettamente rotonde è un gioco assolutamente non da ragazzi.

Impianto innevamento Herrnegg
La pista nera Herrnegg è dotata di un potente impianto di innevamento programmato.

Alla fine di questo primo muro la pista Herrnegg fa una leggera curva verso sinistra e parte con un successivo lungo impegnativo e pauroso muro.

Pauroso perché scende dritto per dritto e questo mette quasi la sensazione di vertigine.

Parte bassa Herrnegg
Parte bassa della pista nera Herrnegg.

Si scia un ulteriore curva seguita da un terzo muro leggermente meno pendete del secondo che porta al lungo tratto in piano finale da percorrere in scioltezza facendo riposare le gambe.

Parte bassa pista Herrnegg
Ultimi muri della difficile e sfidante pista nera Herrnegg di Plan de Corones lato Brunico.

Il lungo piano finale si unisce con la pista Sylvester, altro piatto forte del comprensorio di Plan de Corones, e arriva in prossimità della partenza degli impianti di Riscone di Brunico (cabinovia Kronplatz 1+2, cabinovia Kronplatz 2000 e cabinovia Korer quest'ultima adatta a bambini e principianti).

Ultimo tratto di pista
Ultimo tratto della pista Herrnegg in comune con la pista nera Sylvester.

Complessivamente la più difficile della skiarea

Rispetto le altre piste nere di Brunico ovvero Sylvester, Pre da Peres, Erta e Piculin, ritengo la pista Herrnegg quella che nel suo complesso è più difficile. Questo perché ha un grandissimo dislivello che può stancare e "sfiancare" più di uno sciatore.

I suoi muri non sono forse quelli in assoluto più pendenti (la Piculin e forse la Erta hanno dei tratti "geometricamente" più pendenti) ma sono i muri nei quali la pendenza molto sostenuta si mantiene per molte centinaia di metri e questo dà l’impressione di sciare quasi su un baratro.

La pista è esposta a nord e questo è sinonimo di buona neve nel periodo invernale.

Può succedere che quando ci sono le "scaldate" si possa trovare la pista con neve molto dura e ghiacciata, però a Plan de Corones la preparazione delle piste è a dir poco "maniacale" ed è la migliore che si possa desiderare compatibilmente con le condizioni meteo. Generalmente indipendentemente dalle condizioni meteo al mattino e per tutta la mattinata la qualità della neve sempre eccellente.

Inizio pista Herrnegg
Inizio della pista nera Herrnegg di Plan de Corones, Alto Adige.

Vista l’esposizione verso nord la neve si mantiene bene anche verso fine stagione.

Personalmente adoro fare la pista Herrnegg anche a marzo inoltrato e nel pomeriggio quando la neve smolla e diventa quasi papposa. I tratti sul muro pendente con la neve morbida, se si ha un buon allenamento e una discreta tecnica, sono estremamente divertenti.

Parte alta Herrnegg
Parte alta della pista Herrnegg: la neve rimane buona anche ad aprile inoltrato.

Non sottovalutare la pista Herrnegg!

Curiosità a volte prima dei muri ripidi si vedono alcuni sciatori, anche bravi, che entrano nella massima pendenza con velocità "azzardate". Meglio non rischiare! Quando qualcuno cade ad inizio di uno dei muri in pieno inverno, con la neve dura, rischia di farselo tutto a pelle di leone.

Chi non se la sente torni indietro

Un ultimo consiglio: mi raccomando chi non se la sente non affronti questa pista! Il rischio è di doversi fare i tre lunghi muri in sequenza in un tempo decisamente troppo lungo, anche di diverse ore, senza il minimo divertimento.

Se dopo la stazione intermedia, quando arrivate all'inizio del primo muro vedete che è troppo ripido per le vostre capacità consiglio di mettere gli sci in spalla e di tornare subito indietro a piedi risalendo i 100 m di pista che ci separano dall’intermedia dell'impianto Ried.

La fatica di questo ritorno a piedi è molto molto inferiore rispetto alla fatica che farete per sciare i tre lunghissimi muri con paura, senza considerare il rischio di farvi male. Non sottovalutate la pista Ried.


Galleria 18 foto


Trova un alloggio qui vicino

Posizione geografica

Guarda sulla cartina dove si trova l'attività outdoor Pista Herrnegg (pista).

7405+1748+1