Pista rossa che da Passo Padon scende verso la Val Pettorina - Malga Ciapela

  • pista
  • /
  • 20/06/2021
  • Views 258

La pista Padon A collega Arabba con Malga Ciapela - Marmolada. Partendo da PassoPadon a circa 2400 m slm sciando un lungo serpentone di neve si scende fino a Malga Ciapela dove parte la famosa Funivia della Marmolada.

Vista sulla Marmolada
Panorama sul ghiacciaio della Marmolada da Passo Padon dove parte la pista rossa Padon A.

Pista Padon A

Scesi dalla seggiovia quadriposto veloce Padon 2 oppure dalla seggiovia biposto Padon 1 si inizia a scendere verso la Val Pettorina.

Chi giunge da Arabba percorre un primo tratto che essenzialmente è una stradina a volte con neve ghiacciata spesso non molto larga: va affrontato con attenzione soprattutto quando c’è molto affollamento. Chi scende dalla seggiovia Padon 2 può iniziare a sciare subito su un bel pendio, largo molto soleggiato e panoramico.

La parte alta della pista Padon A è un piacevole e ampio pendio a bassa pendenza, ideale per riscaldare le gambe e per lasciare il segno di qualche bella curva in conduzione.

Parte alta pista Padon A
Parte iniziale della pista Padon A tra Arabba e Malga Ciapela.

Questo primo tratto consente anche di fare una meritata sosta per ammirare il ghiacciaio della Marmolada e scattare qualche foto ricordo di uno dei panorami più belli del Dolomiti Superski.

Marmolada da Passo Padon
Vista sulla Marmolada da Passo Padon, Veneto.

Il piacevole pendio iniziale finisce bruscamente in una curva verso destra piuttosto stretta e a volte con la neve non perfetta (consiglio di rallentare già qualche metro prima).

Dopo la curva la pista per qualche metro diventa una piacevole stradina per poi proporre un bel muro con un magnifico panorama sulla Marmolada. Questo muro quando c’è poco affollamento e soprattutto al mattino quando la neve è perfettamente preparata riesce a regalare piacevoli curve condotte.

Muro centrale pista Padon A
Immagine del muro centrale della pista Padon A di Arabba - Marmolada, Dolomiti Superski.

Il muro in termina con una stradina che aggira un piccolo colle e porta al Passo Fedaia in prossimità della stazione di partenza della vecchia seggiovia e di alcuni rifugi.

Superato Passo Fedaia parte uno dei tratti più belli della pista in comune con La Bellunese: due bellissimi pendii con una pendenza mai eccessiva si succedono uno dopo l'altro intervallati da un bel tratto in piano ideale per ridurre la velocità.

Ma mentre il primo muro termina su un tratto che permette di perdere velocità in sicurezza, il secondo muro è più pericoloso.

Bisogna infatti prestare molta attenzione a come si arriva alla fine del secondo muro: solitamente si arriva a tutta velocità su una curva decisa verso destra che spesso presenta neve a mucchi oppure ghiacciata. Se si giunge a questo punto della pista Padon A con le gambe stanche e con molta velocità il "cappottone" è quasi assicurato.

Pendii in comun con la Bellunese
Primo dei 2 bellissimi pendii in comune con la pista Bellunese che scende dalla Marmolada.

Dopo la curva la pista passa a fianco della famosa Capanna Bill e prosegue costeggiando i grandi campi scuola serviti dagli impianti Arei.

Si giunge in prossimità della stazione di valle della seggiovia Padon 2. Chi desidera ripetere la pista prende questa veloce seggiovia quadriposto che è uno degli impianti di tipo "seggiovia" con il maggior dislivello coperto del Dolomiti Superski.

Chi invece vuole andare a fare una puntatina in Marmolada prosegue e con una facile e lunga pista giunge a Malga Ciapela.

Prima di scendere alla stazione di valle della funivia, soprattutto in alta stagione, è bene sincerarsi di quanta coda e di quanta attesa c'è alla partenza. Se ci sono molti minuti di attesa alla funivia conviene fermarsi alla seggiovia Padon 2 e ripetere la pista Padon A.

Traccia della pista Padon A
Immagine su mappa 3D della pista Padon A di Arabba - Marmolada.

La pista Padon A è un tracciato esposto prevalentemente a Sud pertanto la qualità della neve è molto variabile, dipende dal meteo e dipende fortemente dal periodo della stagione in cui si percorre. A fine stagione, nei mesi di marzo e aprile, c’è il rischio di trovare neve-pappa, rischio che diventa piacere per chi ha la tecnica e l'allenamento adeguato per affrontare la neve morbida. In pieno inverno invece a volte si trova la neve è molto dura.


Galleria 6 foto


Trova un alloggio qui vicino

Posizione geografica

Guarda sulla cartina dove si trova l'attività outdoor Pista Padon A (pista).

258+117+1