Sciare tra la Val di Fassa e la Val d'Ega

  • intro
  • /
  • 08/05/2022
  • Views 2564

Carezza Ski è il comprensorio sciistico che si trova a cavallo tra la Val di Fassa in Trentino e la Val d'Ega in alto Adige. La skiarea si sviluppa tra il massiccio del Catinaccio e il magnifico Latemar. La maggioranza delle piste da sci si sviluppa lungo il Passo Costalunga, il valico stradale che collega la Val di Fassa con la Val d'Ega e quindi Bolzano.

Sciare in Carezza Ski
Le piste ed i panorami del Carezza Ski.

I punti di forza del comprensorio turistico del Carezza Ski sono: tranquillità, tanto sole, varietà di panorami, ottimi rifugi, piste ideali sia per gli sciatori esperti che per principianti, bambini e famiglie.

Inoltre vi è un'atmosfera tutta particolare, è una località che in un certo senso regala un piacevole senso di intimità.

Ambiente romantico
Lo straordinario ambiente fatato del Carezza Ski.

Sciare nel Carezza Ski

Nonostante sulla cartina sciistica il comprensorio mostri circa 40 km di piste, personalmente mi capita di consigliarlo anche a persone che vogliono fare una vacanza di più giorni. Ci sono alcune piste talmente piacevoli e c'è una tale varietà di panorami che è difficile annoiarsi.

Rifugio Fronza alle Coronelle
Lo straordinario ambiente del Rifugio Fronza alle Coronelle.

Le piste nere del Carezza Ski

Per le sciatori più esperti ci sono alcune perle "nere" davvero pregiate. Chi ama sciare sulle piste esposte a Nord, si divertirà, e non poco, sulla pista nera Pra di Tori che si sviluppa alle pendici del Latemar.

Panorama sul Passo Costalunga
Panorama dolomitico sul Passo Costalunga ripreso dalla pista Pra di Tori.

Una bellissima pista nera è la pista Paolina un tracciato esposto a pieno Sud il cui muro alto è veramente impressionante: non tutti sono in grado di sciarlo con un ottimo controllo degli sci.

Muro pista Paolina
Il difficile muro iniziale della pista nera Paolina.

Altre piste molto sfidanti si trovano nella zona del Coronelle. Soprattutto nella parte alta, la pista Laurino 2 e Re Laurino hanno una pendenza molto elevata ed essendo esposte in parte a Sud-Ovest, in piena stagione invernale, non è raro trovare neve molto dura soprattutto dove ci sono i punti con il maggior numero di passaggi.

Le piste alte della zona occidentale del Carezza Ski sono servite dall'impianto Cabinovia König Laurin 1+2 una moderna cabinovia che ha la stazione di monte a 2314 m slm integrata nella montagna (letteralmente la stazione di sbarco è dentro il Catinaccio).

Per i principianti e per chi non scia

Carezza Ski è un paradiso per principianti e famiglie. Infatti la maggioranza dei tracciati in prossimità del centro abitato di Carezza e del Passo Costalunga sono molto facili e rilassanti.

Ideale anche per chi non scia, oltre che per i principianti, è la zona servita della Cabinovia Hubertus, un impianto che attraversando la strada statale serve una bellissima pista blu di bassa pendenza (pista Hubertus) che passa in mezzo ad una affascinante foresta.

Oltre alla pista da sci, la cabinovia è a servizio di una bella pista da slittino, piuttosto facile, ideale per gli sciatori che non hanno più voglia di sciare e per chi non scia.

Kindergarten
Parco giochi e scuola sci per bambini a Passo Costalunga.

Discese anche da 1000 m di dislivello

La pista più lunga è la "tirata" che dal Rifugio Fronza alle Coronelle (2337 m slm) e scende fino a Nova Levante dove parte la cabinovia Nova Levante - Laurin 1.

Si tratta di una sparata di oltre 1000 m di dislivello tutti su pendenze mai banali. La prima parte si può sciare scegliendo tra una bellissima pista nera o una più facile (non di molto) pista rossa, mentre la parte del Passo Nigra (1688 m slm) in giù corre all’interno di una bella valle, immersi in una romantica foresta.

Discesa Coronelle
Lungo le piste che scendono dal Coronelle verso Nova Levante.

Fuoripista? Si può fare

Per il fuoripista il comprensorio offre degli interessanti boschetti. Quelli esposti a Nord, e quindi capaci di mantenere più lungo una neve polverosa e di qualità, si trovano in prossimità della seggiovia Pra di Tori. Quando è in corso una nevicata in pieno inverno, molto belli sono i boschetti in zona Coronelle proprio ai piedi del Catinaccio.

Fuoripista
Tracce di fuoripista nella zona Coronelle del Carezza Ski.

Rifugi sulle piste

Sciare a Carezza Ski significa anche fare una lunga sosta in uno dei numerosi rifugi. Infatti la località sciistica presenta una bella offerta per quanto riguarda i rifugi sulle piste. Tutti hanno una ottima cucina con piatti della tradizione altoatesina.

Innevamento programmato ai massimi livelli

La località è una delle più soleggiate del Dolomiti Superski. Solitamente la neve non manca grazie al micro clima che si viene a creare tra il Catinaccio ed il Latemar.

Però negli inverni più avari un potentissimo esercito di cannoni sparaneve è capace di garantire l’apertura delle piste a inizio dicembre qualsiasi siano le condizioni meteo.

Il comprensorio del Carezza Ski infatti è il fiore all'occhiello dell’azienda altoatesina Technoalpin la quale ha qui installato una quantità smodata di cannoni ed infrastrutture per la produzione della neve programmata. 

Neve programmata
Miracoli del potente impianto di innevamento artificiale del Carezza Ski.

Da non perdere

Sciare nella skiarea del Carezza Ski - Passo Costalunga significa lasciare le proprie tracce sui pendii ai piedi del Catinaccio e del Latemar. Al tramonto, si può godere di uno degli spettacoli più belli delle Dolomiti fermandosi per qualche minuto presso il Rifugio Fronza alle Coronelle all’arrivo dell’impianto Konig Laurin.

Da questa posizione privilegiata, essendo all’interno praticamente del Catinaccio, si potrà ammirare uno degli strabilianti tramonti che possono accadere solo in Dolomiti. Infatti le pareti che distano pochi metri dal rifugio in determinate condizioni di luce e meteo sì arrossiscono e diventano di una tonalità rosa e arancione particolarmente vivace..

Tramonto sul Catinaccio
Spettacolare tramonto sul Catinaccio visto dal Rifugio Fronza alle Coronelle.

Ricettività alberghiera

La ricettività alberghiera del comprensorio Carezza Ski può contare su alcune strutture di altissima qualità. Alcune sono situate a Nova Levante e sono prevalentemente hotel di eccezionale qualità. A Tires, non collegati sci ai piedi, ci sono alcuni alberghi anch'essi di lusso. Nei pressi di Carezza e del Passo Costalunga, ci sono alberghi che distano pochi minuti dalle piste da sci.

Paese di Carezza
Il fiabesco centro abitato di Carezza in veste invernale.

Mettendo in conto qualche minuto di auto oppure di skibus, Carezza Ski può contare inoltre su tutti gli hotel della Val di Fassa in particolare su quelli presenti in prossimità di Vigo di Fassa.

Come arrivare

L’accessibilità di Carezza Ski è molto buona. Per chi proviene dall’autostrada aA22 del Brennero è sufficiente uscire a Bolzano Nord ed in circa 20 minuti si raggiunge il primo impianto di risalita ovvero la cabinovia di Nova Levante che si trova poco oltre il grazioso paesino altoatesino. In circa mezz’ora si raggiunge il Passo Costalunga e il centro abitato di Carezza.

È possibile raggiungere il centro delle piste da sci anche salendo dalla Val di Fassa. In questo caso è sufficiente, una volta nei pressi di Vigo di Fassa, seguire le indicazioni per Passo Costalunga.

Latemar
Il gruppo del Latemar visto dalle piste da sci di Passo Nigra, Carezza Ski.

Galleria 17 foto


Trova un alloggio qui vicino

Posizione geografica

Guarda sulla cartina dove si trova l'attività outdoor Carezza Ski (intro).

2564+173+1