• home /
  • ski civetta
  • /
  • ski civetta: sciare vista lago tra il pelmo ed il monte civetta

Tanta neve e belle piste tra l'Agordino, la Val di Zoldo e la Val Fiorentina

  • intro
  • /
  • 01/08/2021
  • Views 1172

Il comprensorio dello Ski Civetta è l'area sciistica più grande del Veneto ed è la porta di accesso "dalla pianura" per il Dolomiti Superski. Il nome "Ski Civetta" consegue dal fatto che gran parte delle piste da sci si sviluppano ai piedi del massiccio del Monte Civetta una della montagne dolomitiche più affascinanti grazie alla sua leggendaria parete verticale lunga quasi 4 km.

Monte Civetta
La parete del Monte Civetta vista prima del tramonto dalle piste di Alleghe, Agordino.

Ma i protagonisti delle sciate in Ski Civetta sono in realtà 2: oltre al Civetta vi è un'altra montagna dolomitica che domina gli oltre 70 km di piste, il maestoso Pelmo!

Pelmo da pista Fernazza
Il mastodontico Pelmo visto dalla parte alta della pista Fernazza di Alleghe.

Sciare nello Ski Civetta

La skiarea è piuttosto articolata e ci sono diverse località collegate sci ai piedi tra di loro ognuna con il proprio carattere. Provenendo dall'Agordino si incontra l'idilliaco paesino di Alleghe adagiato sull'omonimo lago. Dai parcheggi situati a 1000 m slm partono gli impianti di risalita che arrivano a superare i 2000 m di quota. 

Lago di Alleghe
Panorama sul Lago di Alleghe visto dal Col Fioret nello Ski Civetta.

Piani di Pezzè è il fulcro sciistico della località. Dalla stazione di monte della cabinovia che parte da Alleghe si estende un'ampia zona pianeggiate in cui si trovano gli impianti per i principianti, il kindergarten per i bambini, dei rifugi ed alcune attività per chi non scia. 

Piani di Pezzè
Il fulcro della zona sciistica di Alleghe, il Pian di pezzè.

Più in quota troviamo il versante del Col dei Baldi, una montagna perfetta per sciare sia nel suo nevoso versante Nord (piste Belamont) che nel versante che dà verso il Pian di Pezzè in cui ci sono una marea di piste una più bella dell'altra.

Un solo impianto, la cabinovia Col dei Baldi, serve le piste: Pian dei Sec, Azzurra, Coldai, Pelmo, Baldi, Nera, Lavadoi e Civetta. Come se non bastassero si possono percorrere le Belamont 1 e Belamont 2 però, per tornare in quota si deve prendere lo skilift Belamont (questa è una bella zona anche per praticare del facile fuoripista). 

Da Pian di Pezzè si può arrivare al Col Fioret con la seggiovia Prà della Costa - Col Fioret. Questo è il punto più alto di tutto il comprensorio, 2082 m slm.

Col Fioret
Uno dei punti più in quota dello Ski Civetta, l'arrivo della seggiovia Col Fioret.

Dal Col Fioret abbiamo due possibilità: o torniamo verso Pian di Pezzè ed Alleghe percorrendo in questo secondo caso la pista più lunga della skiarea, la Gran Zuita, oppure andiamo a sciare sulle piste di Selva di Cadore.

Dalla stazione di monte della seggiovia del Col Fioret si ha uno dei panorami più incredibili dello Ski Civetta, sia sul Pelmo che sul Monte Civetta.

Col Fioret da Fertazza
Il Pelmo ed il Col Fioret visti dalle piste da sci del Monte Fertazza di Selva di Cadore, Veneto.

Sul Monte Fertazza si sviluppano i tracciati della località di Selva di Cadore un piccolo gioiello delle Dolomiti in Val Fiorentina. Molto bella la pista completa che dal Fertazza torna alla partenza degli impianti (pista Fertazza in quota e pista Bait nella parte bassa).

All'arrivo in quota della seggiovia Fertazza si trova l'accogliente Ristoro Belvedere che offre una cucina ricca di piatti tipici della tradizione bellunese. Il rifugio è anche famoso per il suo banco-grappe all'aperto costruito nel ghiaccio: sarà difficile assaggiarne solamente una... ma ricordatevi che poi dovete sciare!

Ultimi sciatori sul Fertazza
Sciatori al tramonto sul Monte Fertazza di Selva di Cadore, Ski Civetta. Si vede il Ristoro Belvedere.

Dal Col de Baldi una lunga e facile pista ci porta verso la Val Zoldana (prima si percorre parte della Pian dei Sec e poi la Roa Bianca).

Prima di imboccare la pista rossa Le Coste si può andare a Palafavera una magnifica località letteralmente ai piedi del Pelmo. Da qui l'impianto Pioda serve due belle e impegnative piste che regalano una vista a dir poco privilegiata sul Pelmo.

Palafavera
Il paradisiaco angolo innevato di Palafavera ai piedi del Pelmo.

La pista rossa Le Coste porta alla partenza dell'impianto principale della Val Zoldana, la cabinovia di Pian del Crep. Il veloce impianto di risalita è a servizio dei due piatti forti della Val di Zoldo, la pista nera Foppe e la veloce pista rossa Cristelin. Queste due piste sono talmente belle che sono illuminate per poterle sciare anche in notturna!

Dal Pian del Crep si aprono le porte per esplorare le piste della Val Zoldana. Andando verso Sud si incontrato le piste Casot e Raccordo Casot che portano alla potente seggiovia quadriposto Casot di Pecol - Col de la Grava.

Pista in Val di Zoldo
Le belle e soleggiate piste da sci della Val di Zoldo, Ski Civetta.

Dalla stazione di arrivo della seggiovia oltre a poter sciare sulle belle piste che serve è possibile spostarsi verso una bellissima area del comprensorio, molto appagante e solitamente con poco affollamento.

Gli impianti di Palma e Valgranda - Col de la Grava mettono a disposizione di sciatori e snowboarder una bella varietà di piste di media ed alta difficoltà. Segnalo inoltre che i boschetti che vi sono nelle vicinanze della seggiovia sono molto divertenti in caso di neve fresca.

Per gli sciatori esperti molto piacevole è la pista nera Laghetto che presenta un lungo e ripido muro spesso con ottima neve.

Piste Valgranda e Laghetto
Panorama sulle piste Valgrande (rossa) e Laghetto (nera) dal Pian del Crep, Val di Zoldo.

Per le famiglie con bambini piccoli e per i principianti sono molte le zone che oltre ad offrire piste facili e sicure assicurano la presenza di caldi ristori e la possibilità di svolgere altre attività per chi non scia. Di seguito trovate una lista di località del comprensorio particolarmente adatti alle famiglie: aree dello Ski Civetta per bambini e principianti (con cartina).

Innevamento garantito in ogni caso!

Anche se la quota della skiarea può sembrare modesta arrivando al massimo a circa 2100 m il suo micro clima ne garantisce uno degli innevamenti naturali maggiori delle Dolomiti (la media storica è di 6 m a stagione). E quando la neve dal cielo tarda ad arrivare ci sono oltre 300 cannoni pronti a spararla sulle piste.

Innevamento artificiale
Nonostante le abbondanti precipitazioni nevose tutte le piste dello Ski Civetta sono coperte da un potente impianto di innevamento artificiale.

Nel Giro della Grande Guerra

La skiarea del Civetta è ricca di fascino e storia.

Essa è inserita nello skitour della Grande Guerra, un grande giro da fare con gli sci, impianti di risalita e skibus intorno al Col di Lana montagna teatro di sanguinose battaglie durante la Prima Guerra Mondiale. Oltre al comprensorio dello Ski Civetta, il Giro della Grande Guerra passa per le piste di Cortina d'Ampezzo, dell'Alta Badia e di Arabba.

Ricettività alberghiera

La ricettività alberghiera è di buona qualità. I posti letto non sono moltissimi ma prenotando per tempo si trova sempre una ottima sistemazione tra Alleghe, Selva di Cadore e la Val Zoldana.

Per chi non ha problemi a fare qualche minuto di auto o skibus si possono trovare alloggi molto economici lungo i paesi della vallata dell'Agordino tra Caprile, Cencenighe ed Agordo.


Galleria 19 foto


Trova un alloggio qui vicino

Posizione geografica

Guarda sulla cartina dove si trova l'attività outdoor Ski Civetta: sciare vista lago tra il Pelmo ed il Monte Civetta (intro).

1172+1107+1